HELP SQUOLA

mercoledì, maggio 17, 2006

RIASSUNTO STORIA: la decolonizzazione e il sottosviluppo

LA DECOLONIZZAZIONE E IL SOTTOSVILUPPO

•La 2a guerra Mondiale e l’affermazione delle due superpotenze entrambe anticolonialista, favorirono il processo di decolonizzazione
•La decolonizzazione interessò il continente dell’Africa e dell’Asia:
-ha inizio nella 2° g.m. in Medio Oriente, prosegue nel dopoguerra in Asia come l’indipendenza di India, Vietnam, Pakistan e Indonesia; e arriva in Africa, nel Maghreb
•Sistemi di colonizzazione:
-Colonie di sfruttamento (destinate a fornire materie prime ai paesi colonizzatori)
-Colonie di popolamento (dove minoranze di Europei si erano insediati impadronendosi delle terre)
•Neocolonialismo: i paesi colonizzatori mantenevano il controllo della ex colonia solo economicamente senza occuparla militarmente, passaggio dal colonialismo al neocolonialismo
•Quasi tutte le colonie inglesi raggiunsero l’indipendenza pacificamente, le ex colonie restarono comunque legate alla madre patria da un’alleanza commerciale: COMMONWEALTH
•INDIA: la lotta per l’indipendenza era sostenuta dal Partito del Congresso dove c’era Gandhi, il Mahatma, Gandhi diffuse l’idea della lotta politica basata sulla non violenza e sulla disobbedienza civile
Obbiettivi delle iniziative:
-trasformazione del partito in un movimento di massa
-rendere meno conveniente la dominazione coloniale agli inglesi, perché controllare l’India costava troppo
Nella 2a g.m gli inglesi promisero l’indipendenza per mantenere l’India a fianco degli alleati, 15 agosto 1947 nascita India (religione indù) e Pakistan (popolazione musulmana); infine Gandhi fu assassinato nel 1948 da un fanatico indù
•L’indipendenza delle colonie francesi fu raggiunta in modo violento come in Vietnam
•VIETNAM: ottenne l’indipendenza tramite una guerra (1945-1954), la guerra fu guidata da un movimento comunista di cui Ho Chi Minh era il capo
Conseguenza:
-divisione del Vietnam: una repubblica comunista a nord e una repubblica alleata dell’Occidente a sud
1964-1975 Guerra in Vietnam che termina con la vittoria del nord che assunse il controllo dell’intera regione
•Algeria, anche qui la guerra d’indipendenza fu drammatica poiché i francesi, residenti nel paese, si opposero decisamente all’indipendenza, Parigi assunse uun atteggiamento morbido, per questo i militari francesi in Algeria si ribellarono al governo minacciando un colpo di stato, con l’intervanto del generale de Grulle, nel 1962 alla fine ottenne l’indipendenza
•1960 indipendenza dell’Africa occidentale e equatoriale francese
•1974 L’Angola e il Mozambico ottennero l’indipendenza dal Portogallo dove si era instaurata una democrazia grazie a un colpo di stato dei militari
•AFRICA: qui spesso la decolonizzazione avvenuta in modo improvviso ha lasciato aperti gravi problemi come i conflitti tribali
•Sudafrica: apartheid, i bianchi anno imposto per molti anni un regime razzista, i neri hanno creato un opposizione politica:
Ø Nelson Mandela, incarcerato per 27 anni,
Ø Desmond Tutu, vescovo anglicano nero che ha ricevuto il Premio Nobel per la pace
•1990 Liberazione Mandela ad opera del primo ministro Frederick De Clerk
•1990 Abolizione apartheid, 1994 elezioni libere
•Mandela divenne presidente del Sudafrica
•Molti stati che hanno raggiunto l’indipendenza subiscono attualmente le conseguenze del periodo coloniale:
-mancanza di infrastrutture e di industrie
-presenza della monocoltura
•Condizione di SOTTOSVILUPPO:-Paesi del 3° Mondo, che hanno risorse naturali da sfruttare per avviare uno sviluppo economico
-Paesi del 4° Mondo, i più poveri
•Conferenza dei paesi afroasiatici, Bandung 1955 > i Paesi del 3° Mondo avrebbero potuto tutelare i loro interessi evitando di schierarsi l’uno contro l’altro, nascita MOVIMENTO DEI NON ALLINEATI
•Oggi la vera divisione è quella tra gli stati ricchi del Nord e quelli sottosviluppati del Sud